Fondi Europei a rischio per il Sud Italia

Home / Blog / Politica / Fondi Europei a rischio per il Sud Italia
Fondi Europei a rischio per il Sud Italia

di Federico Tremarco (Lega Salvini Premier) –

Per il SUD,  solo annunci e proclami del governo? A quanto pare si.

“Non conosco nessun altro Paese che ha una situazione così debole riguardo gli investimenti pubblici”.  Sono queste le dichiarazioni del direttore generale per la Politica regionale della Commissione Ue, Marc Lemaitre, che dipinge un quadro preoccupante.

Punta il dito contro i tagli agli investimenti pubblici nel Mezzogiorno che hanno vanificato gli sforzi dell’Europa. Nella lettera inviata dalla Commissione Ue al governo nei giorni scorsi, viene spiegato che se l’esecutivo non incomincerà a “coinvestire” i fondi europei per la crescita, questi rischierebbero di essere tagliati, complicando ancora di più una situazione insostenibile per il sud Italia.



Eppure il premier Giuseppe Conte in queste settimane è tornato spesso sulla questione meridionale. Invece dall’Europa arriva un monito che fa intendere che si è fatto davvero poco per rilanciare il meridione.

Va ricordato che gli aiuti europei sono “aggiuntivi” e non “sostitutivi” rispetto agli stanziamenti dei singoli paese e quindi, se non “cofinanziati” i fondi comunitari vengono ritirati. Le carenze strutturali al SUD ormai gravano troppo sullo sviluppo delle regioni meridionali specialmente se si parla di alta velocità, strade, autostrade, ponti e viadotti.

Per non parlare della mancanza di lavoro che costringe i giovani a spostarsi verso il nord italia o addirittura all’estero.
Non va inoltre sottovalutata la recente crisi della società di gestione aeroportuale di Trapani. L’aeroporto siciliano infatti ha subito un consistente calo di traffico dopo che Ryan Air aveva deciso di non volare più su trapani. E poi la questione dei trasporti marittimi con le isole minori: navi vetuste che spesso non partono in condizioni meteo fuori da certi limiti.

A lanciare l’allarme sulla questione dei fondi europei è stata anche l’Eurodeputata della Lega, membro della commissione RE.GI, Francesca Donato, sulla sua pagina facebook.

Condividi su
  • 12
    Shares

Un commento su “Fondi Europei a rischio per il Sud Italia

  1. Non voglio entrare in merito a quanto dichiarato dall’euro deputata, rispetto il suo punto di vista anche se non lo condivido. In politica si sa e ci sta, altrimenti non sarebbe politica.
    Le dichiarazioni del direttore generale per la Politica regionale della Commissione Ue, Marc Lemaitre, che dipinge un quadro preoccupante, non è errato ma, allo stesso tempo, va vista anche la situazione che vi è. Il sud da sempre ha ricevuto fondi che avrebbero permesso di fare ripartire e far partire una economia fuori dagli schemi nazionali. Perfino fuori dagli schemi per gli investimenti effettuati al nord. Il risultato?
    Un brand fiore all’occhiello nazionale plurimarca fallito grazie agli operai che coscienziosamente privilegiavano il certificato medico che il lavoro. Poi si sono lamentati della cassaintegrazione e da ultimo hanno picchettato davanti all’azienda. Su tre turni solo un turno, in proporzione, era coperto. Non voglio rammentare il più grande e grosso investimento italiano che si chiama Salerno Reggio Calabria. 30 anni.
    Chi vuole lavorare può anche spostarsi.
    Chi scrive è il Segretario Generale dell’unica Organizzazione Sindacale di settore.
    Glauco Marras

Lascia un commento